Filippo De Pisis – Museo del Novecento Milano

Filippo De Pisis – Museo del Novecento Milano

Dal 04 Ottobre 2019 al 03 Marzo 2020

Testo e Foto Gabriele Ardemagni

Il museo del Novecento in Piazza Duomo a Milano ospita una personale sul grande pittore ferrarese a distanza di ben 30 anni dalla precedente, la mostra ripercorre la carriera di De Pisis dagli inizi, i periodi a Londra e Parigi, e il periodo finale a Villa Fiorita alle porte del capoluogo lombardo. La possibilità di ammirare dal vivo le opere e i tratti che hanno distinto e rappresentato un lungo periodo prospero di arte per il nostro paese é sempre emozionante, la quantità di opere raccolte é invidiabile e come detto in apertura permette di analizzare come i cambiamenti di umore legati a periodi precisi di un artista influiscano sul suo operato, dai temi ai colori principalmente.

Comunicato Stampa

Il Museo del Novecento dedica un’ampia retrospettiva all’artista ferrarese Filippo de Pisis, una figura di grande rilievo del Novecento italiano e uno dei protagonisti dell’esperienza pittorica tra le due guerre. Tra vedute urbane, nature morte e fantasie marine, oltre novanta dipinti tra i più “lirici” della sua produzione sono in esposizione a Milano fino a marzo 2020.

La mostra, promossa e prodotta da Comune di Milano | Cultura e dalla casa editrice Electa con il sostegno dell’Associazione per Filippo de Pisis, è a cura di Pier Giovanni Castagnoli con Danka Giacon – conservatrice del Museo del Novecento.

Suddivisa in dieci sale, l’esposizione segue un andamento cronologico che introduce al visitatore l’universo di Filippo de Pisis (Ferrara, 1896 – Milano, 1956), a partire dagli esordi nel 1916 e dall’incontro con la pittura metafisica di de Chirico fino agli inizi degli anni Cinquanta, con il drammatico periodo del ricovero nella clinica psichiatrica di Villa Fiorita. Le opere provengono dalle principali collezioni museali italiane, tra cui figurano la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, il Museo delle Regole Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo, la Galleria d’Arte Moderna di Torino, il Mart di Trento e Rovereto, Ca’ Pesaro di Venezia e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.
Pittore versatile, viaggiatore instancabile e poeta, de Pisis percorre il Novecento attraversando paesi e movimenti pittorici senza mai aderire unicamente a una singola corrente. I continui viaggi tra Milano, Roma, Venezia, Parigi e Londra, hanno contribuito ad arricchire quella visione internazionale che renderà la sua prospettiva del tutto unica, ispirandone ricerca espressiva e plasmandone la pittura.
Da “Le cipolle di Socrate” (1926) a “Soldatino francese” (1937), le opere in mostra al Museo del Novecento ripercorrono i temi cruciali della poetica dell’artista ferrarese. L’enfasi viene posta sul talento versatile e sull’incredibile ricchezza dei soggetti, che spaziano dai suggestivi paesaggi montani alla ritrattistica più dettagliata, in grado di cogliere con grande vivacità la personalità della figura descritta – senza sottovalutare le affascinanti composizioni di nature morte e le ampie vedute urbane.
Da primavera 2020 l’esposizione sarà ospitata al Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps in linea con il programma dedicato all’arte del Novecento italiano.

https://www.museodelnovecento.org/it/mostra/de-pisis

Ufficio Stampa: https://studioesseci.net

Servizio andato in onda sul Tg di Telenova in Gennaio 2020

A Caccia di Mostre – De Pisis Museo del 900 Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...