Carosello – pubblicità e televisione 1957-1977

Carosello – pubblicità e televisione 1957-1977

Fondazione Magnani Rocca,
via Fondazione Magnani Rocca 4,
Mamiano di Traversetolo (Parma)

07 SETTEMBRE ― 08 DICEMBRE 2019

Testo e Foto Gabriele Ardemagni

Esattamente due anni dopo la prima mostra dedicata alla pubblicità nel Bel paese dal 1890 al 1957 presso la prestigiosa sede della Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo la “villa dei capolavori” a sud di Parma, ed è sempre il duo di curatori Dario Cimorelli e Stefano Roffi a presentarci questo mondo variopinto.

Pensate che all’inizio la pubblicità in televisione non era affatto benvoluta dalla RAI, doveva sempre essere solo una allusione e non un vero e proprio spot; con gli anni le aziende cominciarono a farsi largo con filmati mirati e proprio nel 1957 iniziò quel vero e proprio fenomeno di costume che fu il Carosello, andando avanti per un ventennio preciso coinvolgendo dapprima volti noti, come attori e cantanti oltre a presentatori televisivi, e poi cartoni animati che diedero vita a personaggi iconico per quell’epoca e che presero sempre più il sopravvento sulle figure in carne e ossa. Già dovete sapere che il tempo medio di ogni episodio era di circa due minuti e mezzo e la regola imposta ( una delle tante a dire vero dalla commissione ) era che non poteva essere trasmesso due volte, questo portò alla messa in onda in appunto vent’anni di ben 30000 differenti cortometraggi tra filmati e cartoons. Pensate che ne andavano in onda 5 al giorno e altrettanti almeno dovevano essere girati, una mole immensa di lavoro per tanti professioniti e una palestra unica al mondo per migliorarsi costantemente. Ora facendo un passo indietro vi dicevo di come i personaggi animati presero quasi il sopravvento, certo per ogni minuto di cartone ci vogliono centinaia di disegni ma spesso girare cortometraggi con attori e attrici occupava ancora più risorse. I costi ? La messa in onda era a buon mercato decisamente tanto che 9/10 dei costi erano destinati alla produzione, questi imprenditori spendeva o piccole fortune per vedere il loro prodotto pubblicizzato per poche decine di secondi finali. Altra regola base: il filmato non deve parlare esplicitamente del prodotto ma doveva essere una storia a sé che non violasse il codice di contenuti e linguaggio stabiliti ( esempio curioso la parola lassativo era vietata da qui lo slogan celebre: Falqui, batavla parola ).

È il mercato delle locandine quindi soffriva? No affatto, chi continuava la vecchia scuola che invece traeva ispirazione dall’evoluzione dell’advertising americano ed inglese; in questa mostra davvero ben realizzata si si immerge nei due mondi paralleli tra locandine e monitor che trasmettono in loop i più celebri episodi del Carosello, tra pupazzetti del marketing delle grandi aziende ai bozzetti degli stessi realizzati pr raccontare sempre più storie al pubblico italiano che ancora oggi non ha smesso di sognare quando i momenti davanti alla TV prima di mandare a letto i più piccoli.

SAM_1568
Fondazione Magnani-Rocca

SAM_1629

I due curatori alla presentazione alla stampa

Ringraziamenti

Stefania Bertelli dell’ufficio stampa Studio Esseci https://studioesseci.net

https://www.magnanirocca.it/carosello-pubblicita-e-televisione/

Il servizio sarà pubblicato sul numero #119 Ottobre del mensile Miraflores Press

Come arrivare:

IN AUTO – uscite autostradali

Scopri il tragitto più breve per arrivare alla Fondazione Magnani Rocca con Google Maps.
Da Bologna:
uscita Terre di Canossa direzione Montecchio Emilia – Traversetolo – Mamiano. Da Milano:uscita Parma centro direzione Traversetolo – Mamiano; oppure uscita Parma ovest direzione Collecchio – Sala Baganza – Felino – Mamiano.
Coordinate GPS: 44.706730, 10.353012

IN AUTOBUS DA PARMA

Nei periodi in cui è allestita una mostra temporanea.
Nei giorni feriali linea TEP 12 per Traversetolo con partenza dalla Stazione FS (numero verde 840 222222, informazioni http://www.tep.pr.it); biglietto corsa semplice da due zone a € 2,10 se acquistato a terra, € 3,50 in vettura.
La domenica e nei festivi: dalla Stazione FS bus TEP alle ore 14.30 e rientro dal piazzale della Fondazione Magnani Rocca alle ore 18.00.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...