Antonio Ligabue: il Van Gogh svizzero

Antonio Ligabue: il Van Gogh svizzero

Museum im Lagerhaus, Davidstrasse 44, San Gallo

dal 02.04.19 al 08.09.2019

Testi e Foto a cura di Gabriele Ardemagni

E’ nel Maggio 1919, esattamente cento anni fa, che il pittore di origine italiana nato a Zurigo e vissuto a San Gallo viene espulso dalla Svizzera quando a soli 20 anni aveva già subito ricoveri in manicomi a causa della sua tormentata gioventù fitta di disagi e problemi famigliari.

Il Titolo della mostra é eloquente, già da giovane nei primi ventenni aveva appreso l’arte del disegno e della pittura e in essa riversava le sue inquietudini e sofferenze, soprattutto nelle tele raffiguranti animali selvaggi ed esotici dipinti nel momento di sopraffare le proprie prede.

In mostra si può vedere proprio come Antonio Ligabue ( Zurigo 1899 – Gualtieri 1965 ) fosse stato influenzato dagli amici anch’essi appassionati di pittura e lo vediamo nello specifico su una parete dove viene comparato il disegno di un suo amico di un giaguaro e l’interpretazione di Ligabue.

Dopo l’espulsione Ligabue si spostò nella campagna nei dintorni di Reggio Emilia a Gualtieri, da sempre viene considerato il “Van Gogh italiano” sia per le sue vicissitudini soprattutto psichiatriche che il suo stile e la sua pennellata, questa mostra mette in gioco questa definizione attribuendone l’origine appunto alla Svizzera.

La mostra percorre la carriera dell’artista presentando sia dipinti che disegni ma anche sculture, le opere si dividono come temi tra paesaggi agresti e bucolici , animali e autoritratti, quest’ultima forse la parte più conosciuta al grande pubblico.

San Gallo é una bellissima cittadina ad Est di Zurigo appena sotto al Lago di Costanza, si raggiunge con il treno partendo da Milano ( si effettua un cambio ad Arth Goldau o a Zurigo ), il borgo é noto per i suoi merletti e la tessitura e per la maestosa Cattedrale del Santo che da il nome allo stesso e la sua annessa biblioteca, la terza più antica al mondo e la prima per bellezza. Di per sé la mostra da sola merita la visita e il viaggio, aggiungete il centro storico e la Cattedrale e avrete la possibilità di vedere qualcosa di veramente appagante.

Consiglio di assaggiare il bratwurst tipico di San Gallo ( würstel bianco a base di carne di pollo ) accompagnato dal classico rösti ( patate tagliate a fette sottili e cotte al forno in una terrina ) e con la salsa di cipolle.

INFO UTILI
Come raggiungere San Gallo Svizzera: consiglio il treno un EuroCity da Milano a Zurigo con un cambio da effettuarsi ad Arth Goldau o a seconda delle coincidenze a Zurigo.
Appena usciti dalla stazione il centro storico e la sua cattedrale si trovano a circa 8 minuti di cammino in direzione Sud Est, il museo a meno di 5 minuti in direzione Ovest.
Dove mangiare:
per il pranzo  Restaurant Marktplatz  Neugasse 2, 9000 St. Gallen
un ambiente moderno e spazioso con una cucina sia tradizionale che internazionale grandi e piccoli piatti  http://www.restaurant-marktplatz.ch
per la cena Restaurant Wirtschaft zur alten Post Gallusstrasse 4 9000 St.Gallen una antica palazzina del XVI secolo ospita due sale su sue piani con piatti tradizionali.
Dove alloggiare:
Hotel Dom *** Webergasse 22 9000 St. Gallen Tel +41 71 227 71 71 www.hoteldom.ch
Cosa visitare:
Cattedrale di San Gallo e annessa Biblioteca
Stiftsbibliothek St.Gallen Klosterhof 6d 9004 St.Gallen T +41 71 227 34 16
Museo Im Lagerhaus  Davidstrasse 44, 9000 St. Gallen
Un servizio video per la rubrica A Caccia di Mostre ( a cura di Aristide Malnati, immagini/montaggio di Gabriele Ardemagni, inviata Giulia Belmonte ) é andato in onda nel TGN di Telenova

 

Testi e Foto Gabriele Ardemagni servizio uscito sul numero 115 Maggio 2019 del mensile Miraflores Press

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...